Regolamento per lo svolgimento dei lavori dell’Assemblea del LP-PC

Art. 1 Applicazione del regolamento
Ai fini di garantire l’efficiente funzionamento degli organi decisionali dell’Associazione, una chiara e trasparente partecipazione democratica e, soprattutto, i diritti di ciascun socio e partecipante, questo regolamento sarà applicato dal Coordinatore per moderare le Assemblee e, laddove compatibile, le riunioni del Comitato di Coordinamento.

Ogni socio e partecipante è tenuto a rispettare questo regolamento ed a favorirne l’applicazione.

 

Art. 2 Funzioni del Coordinatore

Il Coordinatore del Lp-Pc modera l’Assemblea, ne istruisce i lavori sulla base dell’odg, riconosce e revoca il diritto di intervento, propone le votazioni, e pone in essere ogni altra operazione necessaria alla corretta formazione della volontà dell’Associazione.

In assenza del Coordinatore, queste funzioni sono svolte dal Segretario. In mancanza di entrambi, le funzioni sono svolte da un componente del Cdc eletto informalmente dall’Assemblea.

 

Art. 3 Inizio dell’Assemblea

Il Coordinatore sancisce l’inizio formale dei lavori dell’Assemblea 15 minuti dopo l’orario formalmente previsto.

Durante questo lasso temporale di “accomodamento”:

  1. si raccolgono le firme dei partecipanti per stabilire la presenza del numero legale e la corretta convocazione dell’Assemblea, come da Statuto;
  2. è possibile che i soci portino all’attenzione dell’Assemblea ulteriori argomenti. Salvo diversa e motivata scelta del Coordinatore, essi saranno discussi in coda all’odg, fra le “varie”, nell’ordine di ricezione. Gli argomenti non esaminati per mancanza di tempo, se meritevoli, saranno riportati nell’odg della successiva Assemblea;
  3. si regolano eventuali pendenze relative alle quote associative.

 

Art. 4 Svolgimento dei lavori

Il Coordinatore, iniziata l’Assemblea, attingendo all’odg, porta all’attenzione dei soci il singolo argomento e, dopo una breve introduzione, ne regola la discussione.

Per garantire la partecipazione democratica:

  1. gli interventi devono essere pertinenti all’oggetto della discussione;
  2. ogni socio ha diritto a più interventi, purché il singolo intervento non superi i 4 minuti. Il Cdc, tuttavia – a beneficio di tutta l’Assemblea – può autorizzare preventivamente il singolo socio ad esporre/introdurre un tema complesso per una durata più lunga;
  3. un socio che non ha ancora espresso la propria opinione sul tema in discussione ha la precedenza rispetto a chi lo ha già fatto;
  4. nel caso di mancato rispetto dei punti a), b) e c), il Coordinatore interrompe l’interveniente e gli inibisce ulteriori interventi sul tema.

 

Art. 5 Modalità di votazione

Il Coordinatore, nel proporre una votazione, decide, dopo una breve ed informale consultazione dell’Assemblea, se essa sarà per alzata di mano o – se riguarda persone – in forma segreta.

Se almeno 10 soci ritengono che non vi sia sufficiente chiarezza sul tema per deliberare, si continuerà nella discussione per non oltre 30 minuti.

Una volta conclusa la discussione e iniziate le votazioni non è possibile perorare, o contestare, gli atti oggetto di voto.

 

Art. 6 Responsabilità          

Il regolamento vincola tutti i soci e ciascun socio ne è garante.

Qualora il Coordinatore, o chi ne fa le veci, consenta violazioni gravi e palesi del regolamento, i soci, a maggioranza, possono eleggere un nuovo moderatore per la durata restante dell’Assemblea.


Clicca qui per scaricare il Regolamento per lo svolgimento dei lavori dell’Assemblea del LP-PC in formato PDF